Marco Gregoretti

OCCUPAZIONE: L’ ASSALTO AI POSTI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

OCCUPAZIONE: L’ ASSALTO AI POSTI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
  • Testata            Panorama
  • Data Pubbl.     29/04/1999
  • Numero           0017
  • Numero Pag.   74
  • Sezione            ATTUALITA’
  • Occhiello         OCCUPAZIONE L’ ASSALTO AI POSTI NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
  • Titolo  IL CONCORSO E’ IL MIO MESTIERE
  • Autore Marco Gregoretti
  • Testo

Occupazione:

La data precisa ancora non c’ è. Ma l’ora x potrebbe scattare in un giorno del prossimo ottobre o, al massimo, di novembre. Lungo la Penisola comincerà a muoversi un serpentone di 2 milioni 150 mila persone: tanti saranno i partecipanti al maxiconcorso per gli insegnanti della scuola pubblica. Il primo dopo dieci anni, il primo che si avvale di due grandi novità: l’ autocertificazione e il sito Internet (www.istruzione.it) da cui prendere il modulo della domanda. Il decreto che lo indice è stato firmato dal ministro alla Pubblica istruzione Luigi Berlinguer mercoledì 17 marzo. “Finalmente entreranno forze giovani nella scuola” ha detto il ministro annunciando che costerà il 10 per cento in meno dei 700 miliardi spesi nel 1990. Ma c’ è un piccolo particolare: gli oltre 2 milioni di aspiranti insegnanti di ruolo, tra precari e giovani leve, si batteranno per 44 mila posti di lavoro in palio. “Un concorso lotteria, dove rischiano di vincere i soliti che hanno le solite conoscenze” protesta il sindacato autonomo Gilda. E’ il paradigma dell’ Italia dei concorsi: una specie di Superenalotto in cui il jakpot è il lavoro. E’ così per quei 110 mila che a Roma si contendono 780 posti da vigile urbano, o per quei 98 mila aspiranti poliziotti che due anni fa hanno superato le prove scritte sperando un giorno di entrare in polizia. Sarà così per i 574 posti all’ Inps, per i 350 uditori giudiziari, per i 174 infermieri nella polizia, per i 158 commissari di Pubblica sicurezza, per i 1.000 assistenti tecnici al ministero dei Beni culturali, per i 34 volontari nella carriera diplomatica. E siccome la disoccupazione forse fa più paura della guerra, si prevede il pienone anche per i 985 posti di volontari nella Marina militare che verranno messi in palio il prossimo 9 maggio. Proprio come per il Superenalotto, anche in questo caso si può giocare per via elettronica. Ogni ministero, per far fronte alle migliaia di chiamate di disoccupati che intasano i centralini, ha aperto il suo sito Internet. Non basta: anche l’ Unione Europea è accessibile ai “naviganti”. Chi è interessato a concorsi per contratti di tre anni nell’ ambito della ricerca e dello sviluppo tecnologico può richiedere il modulo all’ indirizzo di posta elettronica nppr@dg12.cec.be e inviare la propria candidatura al Cordis (servizio informazioni dell’ Unione Europea: www.cordis.lu / nppr-candidatures).
facebooktwitter