Marco Gregoretti

Cercando il Dna. Dopo l’arresto del presunto assassino di Yara Gambirasio

Cercando il Dna. Dopo l’arresto del presunto assassino di Yara Gambirasio

Yara Gambirasio:

Delitti e castighi. Il Dna, acido desossiribonucleico, è la parolina magica che indica, nella realtà e nella fiction, la soluzione di un caso di cronaca, di un delitto. Ma, appunto, è solo uno straordinario indizio. Il rischio è che eleggendolo a prova definitiva si tralasci, complice anche la sopravvalutazione delle moderne tecnologie, l’indagine vera, quella tradizionale fatta di appostamenti, pedinamenti, interrogatori, tranelli e astuzia degli investigatori. Per contribuire alla comprensione dei pro e dei contro di questo eccezionale strumento investigativo, che forse ha portato alla soluzione dello straziante caso di Yara Gambirasio, la tredicenne uccisa a Brembate di sopra (Bergamo) il 26 novembre 2010, vi propongo un articolo che scrissi un paio di anni fa visitando l’Università delle indagini dei Carabinieri, a Velletri, nel Lazio
Marco Gregoretti

CRIME DNA 0001
CRIME DNA_0002
CRIME DNA_0004
facebooktwitter