Marco Gregoretti

CALCIO E AFFARI TUTTI I GUAI DELL’ “AZIENDA” INTER

CALCIO E AFFARI TUTTI I GUAI DELL’ “AZIENDA” INTER
  • Testata            Panorama
  • Data Pubbl.     06/05/1999
  • Numero           0018
  • Numero Pag.   107
  • Sezione            ATTUALITA’
  • Occhiello         CALCIO E AFFARI TUTTI I GUAI DELL’ “AZIENDA” INTER
  • Titolo  QUI PIANGE ANCHE IL BILANCIO
  • Autore MARCO GREGORETTI
  • Testo

Domenica 25 aprile, è l’ ora di cena. Giacinto Facchetti alza il telefono e chiama. Dall’ altra parte c’ è Roy Hodgson, che allenò l’ Inter nei campionati ’95-96 e ’96-97. “Roy, abbiamo perso in casa tre a uno. Vuoi venire qui?”. Detto fatto. Le ultime quattro giornate di campionato vedranno, sulla panchina nerazzurra, in cambio di un ingaggio “amichevole”, l’ allenatore inglese. E’ l’ ultima toppa in una squadra ridotta a uno straccio. E, in effetti, a fine stagione Massimo Moratti, presidente dell’ Internazionale football club, avrà un grande problema. I cinque ritocchi che pensava di portare alla squadra, vista la disastrosa annata, diventeranno almeno dieci: in lire, l’ investimento totale non sarà inferiore a 100 miliardi. Non bastano, dunque, l’ allenatore Marcello Lippi (22 miliardi per quattro anni, più uno e mezzo a stagione per i suoi due collaboratori Narciso Pezzotti e Ivano Bordon), e neanche i difensori Christian Panucci (18 miliardi al Real Madrid più 10 a lui per cinque stagioni) e Cyril Domoraud (10 miliardi al Marsiglia e uno e mezzo a lui). Ma come farà Moratti a far quadrare i bilanci? Il deprezzamento della squadra che avrebbe dovuto vincere tutto e invece naviga nelle zone medio-basse della classifica (40 punti contro i 59 della Lazio e i 58 del Milan) si può valutare intorno al 30 per cento. La situazione però, dicono ai vertici della società, è ancora molto solida, nonostante i 44 miliardi di rosso dell’ ultimo bilancio (1997-98). Un bilancio, tra l’ altro, giudicato molto positivo: i ricavi sono aumentati del 33 per cento (da 108 a 143 miliardi). Il merito, si legge nella relazione d’ esercizio “è dei lusinghieri risultati sportivi della passata stagione”. Appunto. Nel campionato che sta per finire quei risultati non ci sono più stati. E allora? Intanto c’ è Ronaldo che, secondo i procuratori si può vendere almeno a 100 miliardi (il centravanti ne guadagna 6 netti a stagione più altrettanti dagli sponsor: la birra brasiliana Brahma, la Parmalat e la Pirelli). Certo il record dei 58 mila abbonamenti (che corrispondono a un introito di 30 miliardi) potrebbe non verificarsi più. Ma Moratti, dopo il successo d’ immagine con Ronaldo l’ anno scorso e con Roby Baggio quest’ anno, confida nell’ effetto Lippi. L’ arrivo dell’ ex allenatore della Juventus potrebbe giovare anche alla campagna abbonamenti. Lo confermerebbe la mancata fuga di sponsor che molti nel consiglio d’ amministrazione temevano. La Nike ha confermato: 20 miliardi all’ anno fino al 2009. Anche la Pirelli resta della partita: 10 miliardi all’ anno per 10 anni. In arrivo ci sono ancora circa 90 miliardi per sei anni da Tele + per la diffusione criptata delle partite, oltre ai miliardi ancora da stabilire per le trasmissioni in chiaro. Nessun cedimento ci sarebbe stato da altri sponsor: Apple, Winterthur, Birra Moretti e Sony. Resistono, oltre al media partner Rtl 102.5, anche i fornitori ufficiali: Atkinson, Chrysler, Osama, Tecnogym, Chiara Boni uomo, Gatorade, Polo viaggi e Tim. Eppure, qualche scossone ci sarà. Ai vertici della società Luigi Prevedal, uno dei due amministratori delegati, potrebbe essere sostituito da Maurizio Cucchia, funzionario del Coni in aspettativa. Dalla squadra usciranno quasi sicuramente Taribo West (c’ è una trattativa con il Manchester United che ruota intorno a 15 miliardi) e Paulo Sousa. Andrea Pirlo andrà al Venezia. E al suo posto tornerà, richiesto a gran voce dal neoallenatore Lippi, l’ uruguaiano Alvaro Recoba.

 

TABELLA NERAZZURRI IN ROSSO

Ipotesi sul “patrimonio” dell’ Inter da settembre a oggi Inizio stagione Oggi Gianluca Pagliuca 10-15 miliardi 7-8 miliardi Roberto Baggio 6 miliardi 4 miliardi Yuri Djorkaeff 12 miliardi 3 miliardi Paulo Sousa 13 miliardi 1 miliardo Ronaldo 51 miliardi 102 miliardi L’ intera squadra 300 miliardi 210 miliardi
facebooktwitter